• Plautus Festival 2022

EPIDICUS

di Tito Maccio Plauto

Print Friendly, PDF & Email

 

presentano

Marco Simeoli

e gli attori del

Laboratorio Teatrale del Plautus Festival

in

EPIDICUS
La commedia del doppio imbroglio

di TITO MACCIO PLAUTO

con

Cesare BiondolilloLuna MarongiuSalvatore RiggiMariano ViggianoGaia BevilacquaGinevra Di Marco

Regia

Cinzia Maccagnano

 

Musiche

Germano Mazzocchetti

 

Scene e costumi Monica Mancini
Maschere
Luna Marongiu
Direttore di scenaValentina Enea

 

_______________________
Personaggi e interpreti

EPIDICO, servo di Stratippocle > Marco Simeoli
TESPRIONE, scudiero di Stratippocle > Luna Marongiu
STRATIPPOCLE, figlio di Perifane > Mariano Viggiano
CHERIBULO, amico di Stratippocle > Salvatore Riggi
PERIFANE, vecchio, padre di Stratippocle > Cesare Biondolillo
APECIDE, vecchio, amico di Perifane > Luna Marongiu
UNA SUONATRICE DI CETRA > Ginevra Di Marco
UN SOLDATO > Salvatore Riggi
FILIPPA, donna già amata da Perifane > Luna Marongiu
ACROPOLISTIDE, suonatrice di cetra > Gaia Bevilacqua
UN USURAIO > Salvatore Riggi
TELESTIDE, fanciulla > Ginevra Di Marco

_______________________
Durata dello spettacolo: 80 minuti
Numero atti: atto unico
_______________________

Curiosità
Su quanto fosse cara a Plauto l’Epidicus, si riporta di seguito il verso 214 delle Bacchides:
… etiam Epidicum, quam, ego fabulam aeque ac me ipsum amo…
… così è dell’Imputato [Epidicus], che è una commedia che amo come me stesso…
______________________

TRAMA
“Epidico” è una delle ultime commedie scritte da Plauto che racchiude tutti gli ingredienti plautini e può quindi considerarsi un sunto del teatro di Plauto. Protagonista è Epidico, appunto, servus callidus, abile e astuto servitore, che ordisce trame continue per favorire gli incontri amorosi del suo giovane padrone. Questo susseguirsi d’inganni e situazioni paradossali, è il meccanismo che svela la trama, fatta, come è solito nella commedia, di innamoramenti e ripensamenti, di raggiri a danno del padrone e spiritose invenzioni a beneficio del servo.
Il pretesto è un doppio innamoramento: Stratippocle, giovane padrone, ama una fanciulla e con l’aiuto di Epidico inganna il vecchio padre affinché la riscatti; peccato che, partito per la guerra, Stratippocle torna innamorato di un’altra fanciulla. E serve un altro inganno, e un altro ancora, e ancora, in un susseguirsi di tranelli e imbrogli. Per tutto lo sviluppo della vicenda, Epidico si trova nella condizione di essere giudicato colpevole per le sue malefatte e conseguentemente punito.
La commedia plautina si ingarbuglia, in un susseguirsi di situazioni comiche, in una carrellata di personaggi tipici (il soldato, la suonatrice, il vecchio, ecc.) resa attraverso la rotazione di tre attori per più personaggi, attorno a un “perno” di personaggi fissi, tra cui lo stesso Epidico. Una giostra esilarante, paradigma del mondo plautino in cui alla vivacità dei personaggi si somma il paradosso delle situazioni. Con una conclusione, anche questa, tipica in Plauto e non solo, in cui il servo riuscirà a farla franca, a conquistare la libertà con annesso banchetto.

Scarica il curriculum di CINZIA MACCAGNANO, regista e direttrice del Laboratorio.

 

Le foto dello slideshow sono state scattate durante lo svolgimento delle prove del Laboratorio effettuate nel Teatro Angelo Mariani di Sant’Agata Feltria.
I partecipanti al Laboratorio Teatrale hanno soggiornato all’interno della foresteria delle Sorelle Povere di Santa Chiara – Monastero Santa Maria Maddalena – sempre di Sant’Agata Feltria.
Al Comune di Sant’Agata Feltria ed alle Sorelle Povere di Santa Chiara il ringraziamento del Plautus Festival e dell’Associazione Teatro dei Due Mari, oltre che dei partecipanti, per l’ospitalità offerta: un simpatico ed interessante connubio fra  sacro e profano che avrebbe certamente intrigato e fatto piacere a Plauto.

_______________________
“Edipicus” di Plauto è già andato precedentemente in scena al Plautus Festival una sola volta:
•    1970: per la regia di Lucio Ardenzi, con Nino Taranto, Sandra Mondaini e Piero Mozzarella
_______________________
Se vuoi leggere il riassunto critico di EPIDICUS di Plauto, tratto da volume Tuttoplauto. Un profilo dell’autore e delle commedie, a cura di Renato Raffaelli (Edizioni QuattroVenti Srl, Urbino 2014), clicca qui.

 


Il Laboratorio Teatrale del Plautus Festival
Quale attività di Produzione del Festival, nel 2022 si rinnoverà l’esperienza del Laboratorio Teatrale, finalizzato alla messa in scena di una commedia plautina, quest’anno EPIDICUS.
Il laboratorio interesserà giovani attori e attrici selezionati a seguito pubblicazione di un apposito BANDO PUBBLICO.
Il Laboratorio si propone di:
– favorire la produzione teatrale e consentire ad un pubblico, il più ampio possibile, di accedere all’esperienza teatrale;
– promuovere tramite la produzione teatrale diretta, la qualità, l’innovazione, la ricerca, la sperimentazione, nuove tecniche e nuovi stili, anche favorendo il ricambio generazionale;
– promuovere la valorizzazione del repertorio teatrale classico, con particolare riguardo al teatro di Plauto;
– valorizzazione dei giovani attori.
Lo scopo finale del Laboratorio è quello di giungere ogni anno alla produzione diretta di una commedia di Plauto con la presenza di noti attori oltre agli allievi del Laboratorio.
La partecipazione al Laboratorio è completamente gratuita.
La direzione del Laboratorio quest’anno, e per la prima volta nella sua ventennale esperienza, non è affidata al Direttore Artistico del Festival ma ad una giovane ed affermata regista teatrale italiana: CINZIA MACCAGNANO.
L’iniziativa del Laboratorio trova giustificazione non solo dal rispetto della tradizione teatrale di Sarsina, ma anche dal fatto che con la produzione diretta il progetto del Plautus Festival riesce ad assumere una completezza ed una organicità unica.
Al migliore attore/attrice del Laboratorio Teatrale sarà assegnato, da una apposita giuria, il “PREMIO NAZIONALE TEATRALE T.M. PLAUTO“.

 

UFFICIO TEATRO

Giampaolo Bernabini
Istruttore Servizi Culturali e Turistici
Largo Alcide De Gasperi, 9 - 47027 Sarsina FC
Tel. 0547 94901 - Fax 0547 95384
cultura@comune.sarsina.fc.it
organizzazione@plautusfestival.it

UFFICIO BIGLIETTERIA

Aperto dai primi giorni del mese di luglio fino al termine del Festival

Alessandra Bagaglia
Via IV Novembre, 13 - 47027 Sarsina FC
Tel./Fax 0547 698102
info@plautusfestival.it